Minirotaie

Regarding life course and its intersections

Ormai abbiamo fatto quasi tutto: siamo passati a Castel Sant’Angelo, scesi sulle Castello oksponde del Tevere per beccare qualche scorcio da cartolina, giocato con le luci e i fantasmi.

Benissimo.

E’ arrivato allora il momento dell’attesa. E per un attimo ci guardiamo intorno, ma niente. Nel frattempo ci parliamo: Angeli okche diaframma usi, quanti secondi di otturatore hai messo, mi raccomando l’ISO a 100.

Gli occhi ogni tanto ci cadono sulle punte delle scarpe, a volte passa qualche turista americano che, imbabolato, ci fissa mentre stiamo sul ponte davanti a San Pietro. Poi, senza lo scrupolo di sembrare fuori luogo, ci chiede “scusate, ma cosa state fotografando?”.

Ma proprio in quel momento, mentre tu ti prepari a regalargli la risposta più stupida che si meriterebbe (tipo “siamo agenti della municipale in borghese, e stiamo provando i nuovi autovelox”)… Sì, proprio in quell’esatto momento, dall’incrocio si sente una voce. Anzi, “la” voce.

“Autobuuuuusss”. E poi, subito dopo “Scat-tareeeeeeeee”.Fantasma ok

Cristiana, la nostra insegnante, ha lanciato il comando tanto atteso. Noi ci giriamo tutti simultaneamente verso il cavalletto. Guardiamo la strada, premiamo il tasto del telecomando.

Il turista americano è già un ricordo.Autobus ok

Passano poi 7 – 8 secondi. Sappiamo che il tempo è breve ma nell’attesa quasi non respiriamo per la curiosità. Alla fine, sullo schermo nero della camera si materializza una foto con la strada attraversata orizzontalmente da un fascio di bande luminose che appaiono sospese nel vuoto.

L’effetto è magico, da perfetto illusionista.

E pensare che ci voleva un autobus dell’Atac a farci sentire così bene, così soddisfatti.

Quasi non ci voglio credere.

Ma solo stanotte mi viene voglia di perdonarlo per tutte le volte che l’ho dovuto attendere sotto la pioggia, mi ha fatto arrivare tardi al lavoro o, quasi a farlo apposta, si è bloccato in mezzo alla strada perché il motore ha perso un pezzo.

Bravo Atac, m’hai fregato. Stanotte hai ripreso un po’ di punti.

Ma domani non ricominciamo, che non posso venire a fotografarti tutte le notti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: