Minirotaie

Regarding life course and its intersections

L’ignoto spaventa, è ovvio. E il non-sapere-cosa-ti-aspetta. E’ ciò che trovi dietro una porta sapendo che quello che hai, se non perfetto come vorresti tu, comunque va bene. E’ una specie di assuefazione. Ma credo che tutto questo non sia quello ciò che ci spaventa di più. Di certo, i pilastri che dovrebbero sorreggere il …

Continua a leggere

Ci siamo, domani è il giorno. La più grande potenza mondiale sceglie il suo governatore. Ma siamo sinceri. Non so se siete mai stati negli U.S.A., né so se – in particolare – siete mai stati a Washington. Ecco, Washington è una città istituzionale, monumentale, che pulsa di istituzioni. E’ fatta di politica, di scuole …

Continua a leggere

Siamo arrivati a 26 capitoli. 26 giorni, 26 storie brevi legate a Diletta, alla sua vita, alla sua voglia di cambiare. Ma si può cambiare così facilmente? Più è grande il cambiamento, più questo comporta una grande esposizione. E un grande coraggio. Diletta è quindi a un passo dal “fare” ma, appunto, serve coraggio. Serve …

Continua a leggere

Devo ammettere che ho un debole per le case in mattonato. L’Italia è piena di questi borghi che si attorcigliano su se stessi, regalandoti un’immagine antica, ma allo stesso tempo pregiata. Quando si vedono dall’alto, in qualche foto-cartolina, hanno un certo fascino. Ma quando poi te li trovi davanti, ti chiedi da quanti anni sono …

Continua a leggere

Dove sono. Cosa sto facendo. Ma soprattutto perché. Non mi sembra alla fine qualcosa di logico, di ben disegnato. Qualcosa che mi permette di fare luce, e di capire. Quando le persone mi dicono che alcune cose accadono così, con la velocità che non ti aspetti, e che banalmente ti lascia fermo sul posto come …

Continua a leggere

Era tutto buio, intorno a noi, tranne quando passavamo davanti a qualche locale aperto o in qualche piazza del lungomare. Per il resto, dovevo solo fare attenzione ai capelli che mi andavano costantemente sugli occhi. Io e Manuel stavamo facendo qualcosa di illegale. Quando aveva scoperto che non ero mai montata su una moto, ma …

Continua a leggere

Il tono di Maurizio è abbastanza deciso, a tratti nervoso. Arrabbiato no, voleva solo saperne di più. «Che succede Diletta? Sono giorni che ti sento strana… com’è la situazione da te, con tuo padre? Dimmi la verità». Le sue parole mi alleggeriscono. Ancora mio padre. Per un momento faccio uno sforzo, mi giro, guardo Manuel …

Continua a leggere