Minirotaie

Regarding life course and its intersections

Pare che se alzi il fianco, qualcuno se ne approfitterà sempre. E che la cosa peggiore da augurarsi sia quella di avere una scelta. Peggio ancora, quella di crearsela. Come, infine, sarebbe meglio essere licenziati che cercare, mentre si lavora, l’impiego dei propri sogni. Un cambiamento cruciale. La svolta della vita. “Non mi fate scegliere, vi …

Continua a leggere

Pare che gli alberi abbiano un’effettiva energia. Una forza che, nel silenzio, si può percepire. Non si ascolta, non si vede, è semplicemente nell’aria. Si tratta di atomi. Siamo tutti, fatti di atomi. E ovviamente anche gli alberi. Ed è comunque insolito, perché per assorbire la loro energia bisogna non fare proprio nulla. Ci si  siede, si …

Continua a leggere

Credo che l’elefante si mangi un boccone alla volta. Che non ci sono cicli, fasi, periodi. Continuiamo e basta. E poi, semplicemente, verrà il momento in cui due conti ce li faremo. E allora serve anticipare l’attimo in cui tracceremo una linea. Perché non è vero che c’è tempo per tutto. Allontaniamoci quindi da quello che …

Continua a leggere

La scelta è: lievito o uova. Chimica o proteina. No. Alla faccia del colesterolo, vado per l’albumina. La natura me l’ha data, e io cerco di farne buon uso. Il pan di spagna è un po’ come un figlio: perché dopo aver montato le uova con lo zucchero, lo massaggi insieme alla farina (e alla …

Continua a leggere

Sta arrivando il freddo. Finalmente. Oggi sono andato a fare la spesa, e mi sembra di stare già un mese avanti. Troppo presto? O troppo tardi, secondo i consumi di noi essere umani, che prima accadono e prima saremo tutti salvi? Mi sono già visto: casa dei miei, notte della vigilia, candele rosse, salmone, insalata …

Continua a leggere