Minirotaie

Regarding life course and its intersections

La segretaria entra con 2 caffè, una bottiglietta d’acqua con succo di limone a parte e un tè freddo. Nulla di straordinario. Il direttore generale dell’azienda ha, nello stanzino accanto, un open bar con tutti i tipi di analcolici: soft drinks, acque, cialde di caffè di vari gusti. Ma anche qualche super alcolico, che generalmente …

Continua a leggere

Quel pomeriggio di qualche giorno dopo tornai a casa prima del solito. Non mi ricordo esattamente come mai. Sapevo solo che avevo una montagna di cose da fare a casa. Principalmente lavatrici e ferro da stiro: colpa di Marisol, che si era data malata il giorno prima. Francesco intanto avrebbe passato il dopo scuola a …

Continua a leggere

Pare che se alzi il fianco, qualcuno se ne approfitterà sempre. E che la cosa peggiore da augurarsi sia quella di avere una scelta. Peggio ancora, quella di crearsela. Come, infine, sarebbe meglio essere licenziati che cercare, mentre si lavora, l’impiego dei propri sogni. Un cambiamento cruciale. La svolta della vita. “Non mi fate scegliere, vi …

Continua a leggere

E mi sento un po’ come quando ti manca qualcosa. O meglio, quando non capisci perché quel qualcosa (che sai benissimo cos’è) manca. Ho fatto tutto. Ho avuto un’idea, l’ho sviluppata, ho trovato chi mi ha dato una mano, l’ho messa per iscritto, l’ho proposta, l’ho corretta, l’ho perfezionata, l’ho chiusa, l’ho confezionata. Adesso la …

Continua a leggere

Conosco un ragazzo che spesso mi lascia riflettere. Per opportuna tutela della sua privacy lo chiamerò Francesco. Francesco è un ragazzo che ha studiato ingegneria. Non so dire che tipo di ingegneria, ma da quando lo conosco mi è sembrato una persona estremamente ferrata sui calcoli, precisa, sempre sul pezzo. Francesco è un ragazzo a …

Continua a leggere

Per l’ennesima volta sono tornato a casa da Termini a piedi. E li ho contati: circa 5 chilometri. Il mio sport semi-quotidiano che mi aiuta a non diventare un dirigibile per tutti i grassi che assimilo in cucina, un dolce dopo l’altro. E camminare non fa altro che farmi pensare, riflettere. Oggi mi sono confrontato …

Continua a leggere