Minirotaie

Regarding life course and its intersections

Quando ti trovi la mattina presto al Ghetto di Roma, non fai altro che immaginare. Com’era qualche secolo fa, il Portico d’Ottavia. E i vari mercati. Tanta gente. E poi molto tempo dopo. La seconda guerra mondiale, la deportazione, i nascondigli. Il Ghetto, quello che c’è dietro lo struscio della via principale, è tutto, un nascondiglio. …

Continua a leggere

“Chiamatemi romantico, chiamatemi sentimentalista” (cit.). Chiamatemi come vi pare (questa è mia). Ma se fuori c’è il sole, il cielo è terso, l’aria è (finalmente) pulita… La domenica mattina così, io non la cambio con nient’altro. Servono colori, sapori, e la giusta dose di tempo per fare tutto quello che serve. E non importa allora cosa …

Continua a leggere